illustrazione, disegno ragazze nude con cavalli, sex and the selfies

SESSO, FREUD E CAVALLI

Il test del cavallo

Data la non voglia di parlare di cose serie, ieri sera, prima di andare a letto, ho proposto alle Selfies un bel test psicoattitudinale per comprendere più da vicino la nostra sessualità. In realtà, per divertirci a spese della psicologia da quattro soldi. Il test freudiano in questione (che poi freudiano non è, ma si dice così per darsi un tono) consiste nell’immaginare tre oggetti in un deserto: un cubo, una scala e un cavallo. Questi oggetti corrispondono a tre ambiti della storia del soggetto: l’ego, la famiglia e la sfera erotica, ma tali significati vengono annunciati alla fine, per non falsare le proiezioni. A seconda del tipo di oggetto immaginato, il test rivela la visione psicologica che l’io ha di sé e delle sue relazioni. Glissiamo sul cubo e sulla scala e veniamo alla parte saliente: il cavallo, simbolo dell’istinto animale e della pulsione erotica. Diamo libero sfogo alle nostre interpretazioni.

 

L’Hannover di Maddalena

Partiamo da me, Maddalena: nessuna avrebbe mai scommesso che il mio cavallo sarebbe stato marrone, simbolo dell’amore tradizionale. E invece… il mio esemplare è un destriero Hannover. Marrone, classico, da dressage, imbrigliato e sellato, pronto a essere cavalcato in ogni momento. Visto che non mi convinceva molto la storia dell’amore tradizionale, soprattutto applicato alla sottoscritta, ho reinterpretato il tutto a mio piacimento. Altrimenti a cosa serve la filosofia.

Il mio cavallo, invece di essere libero di scorrazzare in giro, è ammaestrato e sta sull’attenti. Ho evidentemente una mania di controllo razionale sulla sfera animalesca. Forse, più che una mania, è l’illusione di poterla domare. Mi vedo salda sulla sella di pelle rossa. La presa sulle briglie verdi luccicanti è forte e sicura. Non mi lascio trasportare dalle pulsioni, sono io che comando qui. Ciò che l’essere umano è riuscito a ottenere attraverso la tecnica e l’esercizio è il raffinamento – e quindi l’intensificazione – dell’impulso grezzo e primitivo. Ma, d’altra parte, il sesso artificioso e sofisticato perde in spontaneità e naturalezza. In effetti, adesso che lo guardo più da vicino, questo cavallo è un po’ troppo immobile e lucido. Sarà mica quello del carrousel delle giostre? Sì, lo ammetto: mi piacciono i fronzoli nel rapporto… l’esaltazione dell’animale, o dell’animalesco, per opera del cavaliere mi dona un tipo di piacere sottile ed elegante di cui non posso proprio fare a meno, ormai.
madc

 

Il Mustang di Milady

Su Milady non ci sono dubbi: lei s’immagina correre selvaggia come un’amazzone sul dorso del suo Mustang nero. In altri termini: l’amore è pazzo, il sesso di più. Lei la sella non ce l’ha, anzi, nemmeno le passa per l’anticamera del cervello. Parte galoppando per le dune aggrappandosi alla criniera di uno stallone indomabile che alza un gran polverone. A lei il sesso piace così: avventuroso, imbizzarrito, senza freni. I suoi uomini devono essere forti e sbatterla di qua e di là sperando che stia buona e che si stanchi presto. Oppure è lei che li cavalca furiosamente come una valchiria. Se capita che il cavallo durante la corsa impetuosa la disarcioni… ecco, quelle volte Milady gli tira un pugno e lo stende, come in “Mezzogiorno e mezzo di fuoco”. Se penso a tutte quelle lezioni di equitazione impartitele quando era piccola, nella speranza di farla diventare una signorina per bene che cavalca a gambe unite, pudicamente adagiate da un lato… tempo sprecato. Grande cowgirl, la Milady.
miladyc

Se volete vedere che cazzotto tirerebbe Milady, qui ce n’è un esempio.

 

Il Pinto di Alma

Ma non era Alma quella con la passione per il nero? Ebbene no, il cavallo di Alma è il Pinto degli indiani d’America, il pezzato bianco e marrone. Un misto tra l’amore puro e l’amore tradizionale. Per fortuna niente unicorni, quelli li lasciamo a Tristano (ma questa è un’altra storia). La criniera del cavallo di Alma è dorata come i capelli della sua padrona. Le loro ciocche s’intrecciano e si mischiano senza possibilità di districarli o distinguerli. Alma non lo cavalca: gli dà da mangiare carote e lo accarezza sul muso. Si guardano e si rispecchiano l’uno nell’altra.
Sembra che questo cavallo non abbia nemmeno voglia di farsi un giretto al trotto… Sta lì, docile e affettuoso, ammansito dalla musica di Orfeo. Nell’immaginario di Alma, il sesso, l’amore, la comprensione e l’accudimento vanno di pari passo. È un ideale di pace e amore o la paura di montare in groppa e vedere cosa si prova a perdersi nell’ebbrezza del vento tra i capelli e delle urla di battaglia?

almac

Il cammello di Frida

Per quanto riguarda Frida, lei aveva capito cammello, non cavallo. Sai com’è Frida: fa sempre ironia sul suo retaggio ebraico e sulla sete nel deserto, per farci un po’ ridere e un po’ rimanere perplesse. «Vorrà dire che quando sarete stanche per le vostre cavalcate notturne, io vi porterò i rifornimenti d’acqua». E ci ha chiuse così.

fridac-copy

[Disegni di Claudia]

Non conosci i personaggi, né l’inizio della storia?

Fai la conoscenza di MADDALENA, la nostra sexy Cappellaia matta, e delle altre Selfies nel PRIMO EPISODIO della serie a puntate. Per sapere tutti i segreti di Maddalena, Jaykill e le Selfies segui la serie a puntate SEX AND THE SELFIESOGNI GIOVEDÌ su Filosofiga.

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

Tutti gli Episodi di Sex & The Selfies
 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: