Sesso_anale_Filosofiga

LE TRE REGOLE AUREE DEL SESSO ANALE: CONSIGLI PER METTERGLIELO NEL CULO SENZA DOLORE

Dopo molti giorni spesi a fare entrare falange dopo falange nel suo buchino* durante il rapporto tradizionale [LEGGI], lei ha paventato l’idea di una penetrazione più sostanziosa. Se questo non è avvenuto, si può agire in due modi: continuare con le dita e aspettare un momento più propizio, oppure provarci lo stesso.

Non si tratta di violenza, ma di un tentativo esplorativo. Infatti, molte donne non ve lo chiederanno mai direttamente – non ne hanno il coraggio – ma in realtà lo desiderano profondamente. Non c’è dunque niente di male a sondare il terreno, soprattutto se in precedenza le dita son parse gradite.

Appoggiate dunque il vostro pene alla porta del suo ano* e vedete come reagisce, sia lei che il suo ano*.
Se lei si volta e vi guarda con una faccia atterrita, sbigottita, sconvolta, oppure come se volesse darvi fuoco, allora fermatevi. Se, invece, lei vi ha risposto “avanti”, potete introdurre il membro con garbo.

Questa fase del rapporto anale° è la più delicata perché ci si trova faccia a faccia con le proprie voglie e le proprie paure, le proprie insicurezze e i propri tabù, tutti in una volta. Tre sono le regole da tenere a mente durante tutto il rapporto, anche se l’euforia del momento, unita a un po’ d’agitazione e magari anche a ondate di piacere improvviso, vi faranno distrarre.

  1. Lubrificare sempre, costantemente e continuativamente.

    Potete usare un lubrificante a base di silicone o d’acqua. Oppure la saliva. TANTA saliva. Niente oli extra vergine od oli per massaggi perché possono creare irritazioni e suscitare bruciori. Usate il liquido prescelto per ungere la punta del vostro pene e il suo ano*, sia fuori che dentro. Quando avrete introdotto la cappella, non dovrete smettere di lubrificare la vostra asta man mano che entra, centimetro dopo centimetro. Se state usando la saliva, sputateci sopra. Anzi, in ogni caso: sputateci sopra.

  2. Respirare insieme profondamente con il basso ventre.

    Soprattutto se è la prima volta, è normale provare una sensazione strana e molto intensa: il sesso anale è una pratica che risveglia grandi forze ed emozioni. L’importante è non spaventarsi subito e, anzi, cercare di respirare profondamente. La respirazione con il basso ventre aiuta a rilassare corpo e mente e ad attenuare il dolore che si può provare sulle prime. Spesso, per il troppo dolore o il troppo piacere, si trattiene il respiro e si entra in apnea. È quindi essenziale ricordarsi di inspirare ed espirare profondamente e insieme, per fare entrare in connessione i vostri corpi.

  3. Calma e pazienza, pace e rilassatezza. Nessun movimento brusco.

    Per far rilassare prima lo sfintere* esterno e, successivamente, quello interno, occorrono molta calma e molta pazienza.

    *Richiamino anatomico sull’ano*

    Lo sfintere anale ha due fasci muscolari che ne controllano l’apertura e la chiusura, e, in generale, il rilassamento. I movimenti dei muscoli interni non dipendono dalla nostra volontà, ma dal “sistema vegetativo”. Esso è il sistema nervoso più profondo e più antico che serve a farci percepire il pericolo. La parte più interna dello sfintere anale, quindi, è controllata dalle emozioni e dallo stress, come succede anche ad altri nostri meccanismi corporei. (Per esempio, quando non si riesce a fare pipì se c’è qualcuno che ci guarda, oppure ad avere un’erezione se si è nervosi.) I muscoli esterni dell’ano, invece, sono controllati direttamente da noi.

    Quando lo sfintere esterno inizia a cedere sotto la pressione della vostra cappella, e state lubrificando come detto sopra, rimanete fermi, immobili, respirate… e aspettate di sentire allargare la zona del retto intorno al pene, prima di esercitare ulteriore pressione.

    Non dovete perdere la calma né schiantarglielo dentro tutto d’un colpo come un missile a testata nucleare.
    Deve essere fatto tutto con molta delicatezza. Lo stesso vale per quando lo dovrete tirare fuori: nessun movimento brusco, persino se lei urla come se la steste scuoiando viva e vi ordina di uscire immediatamente dalle sue budella.

    Entrata la punta o tutta la cappella, può darsi che il dolore e la tensione in quella zona persistano. Il sesso anale diventa piacevole e divertente solo con il rilassamento dello sfintere più interno. Fino ad allora è normale che, come dice Luttazzi, il suo buco del culo bruci come una anello di cipolla. Potete fermarvi qui, soprattutto se lei ve lo chiede e volete puntare sulla sua buona volontà di riprovarci una seconda volta. Dimostratele che non avete fretta: creerete un bel rapporto di fiducia con il suo ano.

    Altri consigli per rilassare lo sfintere esterno:

    Si può provare a prendere maggior dimestichezza con il rilassamento dello sfintere esterno facendo fuori e dentro con la punta del pene. Sempre con molta delicatezza e rimanendo in superficie. Magari anche aiutandovi con le mani a sostegno della cappella. È importante che lei impari a padroneggiare un certo tipo di sensazione a livello dello sfintere esterno e che voi impariate a gestire la pressione da esercitare e la lentezza dei movimenti.

    Per quanto riguarda lo sfintere interno, ci sarà molto da dire nel prossimo articolo.

    Nel frattempo, prima di farsi sondare di nuovo il fondoschiena, può essere utile per lei provare a infilarsi un dito, per esempio sotto la doccia, per capire meglio com’è fatto il meccanismo dello sfintere interno e iniziare a familiarizzare con il muscolo ad anello…

[Immagine di copertina, per gentile concessione dell’artista: Sophia Weisstub]

Scopri tutti i segreti del LATO B, usando il TAG: ANAL.

Leggi la prima fase del rapporto anale per chi è alle prime armi: LA FAMILIARIZZAZIONE CON LE DITA.

I consigli per metterlo nel culo in maniera educata li trovi nel GALATEO DELL’INCULATA.

L’esperienza della nostra Alma, alle prese con la sua prima volta di sesso anale, nell’episodio: L’UOMO CHE SUSSURRAVA AGLI ANI.
Jaykill ci svela i segreti per convincere un ano ad aprirsi…

 

Il blog Filosofiga

Scopri chi siamo e qual è il nostro progetto.

Nella sezione SEXPERT di Filosofiga troverete:

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: