QUELLE NOTTI DI SESSO IN CUI DOLORE E PIACERE SI LEGANO INDISSOLUBILMENTE E TUTTO CIÒ DI CUI HAI BISOGNO È GODERE DI UN AMORE BRUTALE

I sogni erotici, i desideri proibiti e le esperienze omosessuali di un adolescente vagabondo che incontra molti uomini sul suo cammino. Alcuni gli danno amore, alcuni solo il pene, altri lo molestano, altri ancora gli fanno male. Lo scrittore Tony Duvert mescola sogno, immaginazione e finzione con la realtà narrativa. Il lettore s’identifica con il protagonista e un secondo dopo si ritrova a guardarsi da fuori o dall’alto, ad essere l’inculatore e l’inculato allo stesso tempo… In questo brano, il protagonista racconta di una notte passata con un marinaio nerboruto…

Essendo rimasto a lungo seduto in treno, il marinaio aveva sudato. I suoi peli erano umidi, di un sudore caldo e profumato.

Doveva farselo mettere dentro spesso, si affondava d’un colpo tra le sue natiche. Erano un balsamo quelle viscere così tenere. Avevo temuto un contatto un po’ brutale, piaceri faticosi. Ma le superfici troppo muscolose si sono fuse. La carne si stendeva sotto di me, buona da mordere; avevo la sua nuca vicino, ci affondavo i denti. Ho stretto la mascella, indifferente al suo dolore, stupito che mi lasciasse fare. Aveva accettato (o preteso?) che lo scopassi per primo: mi sembrava una concessione, e non capivo perché permettesse alle mie mani, ai miei denti, quel che facevano.

Visto che era la mia amaca, che ci stavo ben piantato, scoprii il diritto di farlo dondolare più forte e senza riguardi. Ebbe per rispondermi un respiro lentamente ritmato che mi raschiava le orecchie. I leoni in gabbia hanno di questi gemiti quando pensano al deserto.

I suoi denti erano bianchi come una tibia spolpata dai cani, e aveva un corpo singolare in cui si perdeva, imperioso, nodoso, pesante e tenero. Non mi stancavo di farne e rifarne il giro. Timido, mi trattenevo dal mormorare quelle oscenità ben vissute che esprimono il piacere. Lui era muto quanto me, il che mi incitò a essere più ardito.

Fino a che punto ridivenne tutto muscoli quando mi inculò, non l’avrei mai immaginato. Fu un lavoro completo e lungo che andava avanti semplicemente, con una forza monotona. Inculato a gran colpi, il piccolo non osava pensare di aver male. Quel dolore era insopportabile, ma gli diceva troppe cose per rifiutarlo; ogni colpo di cazzo gliene faceva provare il bisogno, il benessere.

Fosse per orgoglio, freddezza, abilità, il ragazzo ingoiava i propri lamenti – ma stringeva con tutta la sua forza il marinaio contro di sé.

Tony Duvert, Recidiva, 1967

[Immagine di copertina: Agostino Caracci, incisioni erotiche]

Leggi un altro brano sull’amore omosessuale.

Il blog Filosofiga

Affina la tua eccitazione colta nella sezione ECCITAZIONI COLTE di Filosofiga. Qui potrai trovare sonetti erotici, brani che ti faranno sorridere e riflettere, e molti altri spunti per le fantasie da condividere a letto col partner, prima di buttarti nell’Amore sfrenato. Per esempio, LEGGI la poesia di Pietro Aretino e scopri quanto possa essere piccante il Kamasutra del ‘500, o leggi il RESOCONTO DEL SALTO DELLA QUAGLIA.

Oppure, fai come Maddalena, che usa i libri per trastullarsi un po’ in solitudine… L’immaginazione è spesso più eccitante delle immagini stesse! Questo brano di Ovidio ti piacerà.

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

  • Le sex stories a puntate delle nostre quattro disinibite coinquiline in SEX AND THE SELFIES;
  • I consigli pratici, i trucchi del mestiere, le opinioni degli esperti in SEXPERT. Qui troverai il meglio da sperimentare per la tua vita sessuale e le ultime novità dal mondo dell’erotismo. E molto altro…
 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: