QUANDO LA TUA VAGINA SA MEGLIO DI TE COSA VUOLE…

Finalmente ti sei presa una serata per stare a casa da sola in santa pace e non fare assolutamente niente: tuta, té e catalessi davanti alla tele… Quando senti un familiare formicolio giù in basso e ti viene voglia di toccarti. Già che hai tempo, invece di risolvere la cosa in 5 minuti, decidi di preparati un bagno caldo, accendere le candele e fumarti una canna per celebrare te stessa. Inizi a toccarti, allarghi le gambe, le appoggi sul bordo della vasca… ma non riesci a trovare la posizione.

Un po’ scocciata, decidi di rimandare l’estasi a dopo che ti sarai asciugata, scegliendo un posto più confortevole, per esempio, sulla tua sedia girevole, davanti allo specchio. Ti contempli, ti accarezzi… ma quando allarghi di nuovo le gambe e le appoggi allo specchio, la sedia inizia a scivolare all’indietro. No, non va bene! Torniamo sul divano, che è meglio… Suona il telefono. Checcazzo! Stacchi la spina, non vuoi essere disturbata ulteriormente. Cerchi di ritrovare la concentrazione, ma fuori c’è il rumore assordante del traffico. Ormai sei distratta.

La tua vagina inizia a innervosirsi e a emettere suoni inquietanti: forse vuole dirti qualcosa. La clitoride ti sorride, si stiracchia, e, in modo del tutto imprevedibile, prende con sé la vulva che le fa da corpicino e se ne va. Rimani sconcertata nel vedere la tua vagina staccarsi da te e strisciare fino in bagno come un piccolo insetto peloso. La recuperi fuori dalla porta di casa, dove ha assalito il vicino guardone diventando un enorme dinosauro feroce.

La riporti dentro, la guardi, la stringi tra le mani, la lisci come fosse una micetta per farla calmare. Oh! Ma hai la mano tutta bagnata! La tua vagina è contenta, talmente contenta che decide di andare a esplorare la casa e i suoi oggetti. Si struscia contro la spazzola, si arrampica sulle piante, si trastulla con le piume. La tua vagina sa meglio di te cosa vuole e come prenderselo. Tu intanto ti accasci per terra, in preda al piacere. Ti strizzi il seno e ti lasci trasportare da un orgasmo insperato. Fluttui in una miriade di colori, finché finalmente ti sciogli e, venuta, torni alla realtà. Grazie vagina, che ogni tanto prendi in mano la situazione!

Un’interessante riflessione della giovane regista Renata Gasiorowska nel suo cortometraggio animato “Cipka/Pussy”.

“CIPKA”/”PUSSY” TRAILER, A FILM BY RENATA GĄSIOROWSKA from LODZ FILM SCHOOL on Vimeo.

 

Guarda un altro film consigliato da Filosofiga.

Il blog Filosofiga

Scopri chi siamo e qual è il nostro progetto.

Nella sezione SEXPERT di Filosofiga troverete:

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: