kamasutra_cinese

Kamasutra cinese: nove posizioni per fare sesso come gli animali

Nove sono i metodi. Per ogni posizione esiste un metodo specifico. E poiché tutte imitano atteggiamenti di animali, è da essi che prendono il nome.

LA POSIZIONE DEL VOLO DEL DRAGO

Questo metodo ricorda il drago che, svegliatosi dallo stato di letargo, ascende fra le nuvole.

Fare sdraiare la donna con i piedi rivolti verso il cielo. L’uomo si stenda su di lei, e, appoggiandosi sulle sue cosce, la baci succhiandole la lingua. La donna apra i battenti della sua porta, e accolga l’asta di giada che così penetra nel misterioso femminino. L’asta si ritira e poi rientra. Il corpo si solleva muovendosi ritmicamente, secondo il metodo degli otto affondi profondi e dei sei superficiali. Allora le parti segrete femminili diverranno turgide e calde, e il membro virile forte e rigido. Felice sarà l’uomo e gioiosa la donna, entrambi si sentiranno inebriati, e tutti i malanni scompariranno.

 

LA POSIZIONE DEL PASSO DELLA TIGRE

Questo metodo assomiglia alla tigre o al leopardo che esce dalla foresta e ruggisce al vento.

Si faccia accovacciare la donna alla maniera dei barbari, con il capo chino. L’uomo le si ponga dietro, abbracciandole la vita, e inserendo la sua asta di giada nella porta femminile. Poi, praticando il metodo dei cinque affondi superficiali e dei sei profondi, per cento volte avanzi e si ritiri. Le pinze di giada uterine sono spalancate, e i suoi umori sgorgano copiosi. Grazie all’acqua e al fuoco, le meraviglie del crogiolo dell’elisir sono completamente realizzate.
Ogni fastidio è eliminato, e il sangue scorre fluente nelle vene. La mente e il cuore sono corroborati e la volontà è fortificata.

LA POSIZIONE DELLA MOSSA DELLA SCIMMIA

Questo metodo ricorda la scimmia che balza su un ramo per cogliere un frutto. Il suo segreto consiste nell’agilità.

L’uomo faccia sedere la donna sulle proprie gambe, a cosce aperte. Quando la porta femminile è spalancata e ben lubrificata, egli introduca la sua clava di giada, e più volte colpisca l’ingresso dello yin. Quindi applichi il metodo dei nove affondi leggeri e dei cinque profondi.
Quando la donna comincia ad ansimare affannosamente e produce gran quantità di secrezioni umorali, l’uomo blocca la sua riserva di yang ed evita di disperdere il suo seme. Allora spariscono d’improvviso tutti i malanni, lo spirito vitale si accresce notevolmente, e cessa ogni languore.

 

LA POSIZIONE DELLA CICALA CHE SI ABBARBICA ALL’ALBERO

Questo metodo somiglia alla cicala dorata che, con il suo alto frinire, si abbarbica all’albero, succhiando la rugiada. Essa accumula senza perdere nulla.

La donna tenga distesa la coscia sinistra e piegata quella destra. L’uomo le stia dietro e colpisca con il suo scettro di giada la perla purpurea. Ricorra quindi al metodo dei sette affondi profondi e degli otto superficiali. Quando la sfera rossa si apre, è possibile vivere le meraviglie di un’esperienza estatica. I benefìci che si diffondono attraverso tutto il corpo sono duraturi.

 

LA POSIZIONE DELLA TARTARUGA CHE AFFIORA

Questo metodo ricorda la misteriosa tartaruga che, nuotando, esce dall’acqua. Si fa scudo della corazza e, trascinando la coda nel fango, serba tutta la sua purezza.

La donna stia sdraiata, soddisfatta e serena, quasi sia priva di emozioni. L’uomo, di fronte a lei, le afferri con le mani le cosce e, alzandole, le ripieghi sul suo seno. Protendendo il capo, penetri d’improvviso nella porta rossa, colpendo profondamente il frutto della valle. Improvvisamente avanzi e improvvisamente si ritiri, nello stesso modo in cui la testa della tartaruga si protende e si ritrae.
Ciò permette l’eliminazione dei calori residui e di tutta l’energia maligna che si annida nelle cinque viscere.

LA POSIZIONE DEL VOLO DELLA FENICE

Richiama la fenice di buon auspicio del Monte del Cinabro che, planando, vola sul mondo.

La donna si sdrai sul letto, in posizione diagonale, e tenga alzate, con le mani, le gambe. L’uomo, abbracciandola strettamente alla vita, con la sua clava dorata penetri attraverso la porta di giada, attaccando furiosamente a destra e a sinistra, finché le parti intime femminili non si accendano e il corpo della donna non si muova dolcemente. Praticando il metodo dei nove affondi leggeri e degli otto profondi, la donna ansima per il piacere e produce gran copia di umori.
Tale metodo integra quanto manca, corroborando l’energia e il midollo; alleggerisce il corpo e ringiovanisce chi lo pratica.

 

LA POSIZIONE DEL CONIGLIO CHE SUCCHIA

Questo metodo ricorda la gioia del coniglio di giada che salta qua e là, e d’improvviso s’acquatta e poi spicca un balzo.

L’uomo si sdrai sul letto a gambe allungate. Poi si faccia montare la donna di schiena, a cavalcioni, sulle sue cosce. Che lei afferri il Signore e cerchi la porta della camera.Una volta introdotta la frusta di giada fra le corde del liuto, la sente solida e ferma.
Attraverso il ricorso al metodo degli affondi leggeri e profondi, si nutre il sangue e si attiva l’energia vitale; tutti i malanni e le irritazioni delle quattro membra sono eliminati.

LA POSIZIONE DEL PESCE GOLOSO

Ricorda i pesci che guizzano fra le alghe.

Fare sdraiare due donne l’una sull’altra, in modo che si fronteggino e si abbraccino come se facessero l’amore. Le porte femminili devono combaciare così da frizionarsi automaticamente, e le loro bocche di pesce si aprono, come pesci che guizzano voraci di alghe. L’uomo si accovaccia accanto a loro in attesa che monti la marea rossa. Con le mani tasta dove le due bocche corrispondono, e insinua la propria asta fra di esse; poi penetra, a suo piacimento, entrambe le porte in gioiosa unione.
Questo metodo rinsalda notevolmente i muscoli e le ossa, e raddoppia la forza dello spirito vitale. Nel tepore che si sprigiona vengono curati i cinque malanni e le sette affezioni.

LA POSIZIONE DELLE GRU IN AMORE

Questo metodo è simile alla gru rossa dell’elisir che torna volteggiando, e stende le sue ali finché giunge al Paradiso.

La donna abbracci il collo del compagno e appoggi il piede destro sul letto. L’uomo alzi la coscia sinistra della compagna con la sua mano destra, e se la ponga sulla spalla. I due corpi si allacciano strettamente. Lui scosta leggermente la sua asta di giada per spiare il dente della castagna d’acqua, e, pian piano, colpisce profondamente il frutto della valle, oscillando delicatamente e lentamente. Quindi pratica il metodo di un affondo profondo ogni nove leggeri. Improvvisamente il cuore del fiore si schiude e il suo nettare stilla.
Proteggere il centro e conservare lo spirito aiuta la digestione e stimola l’appetito, debella tutte le malattie e prolunga la vita eliminando ogni languore.

[Il meraviglioso discorso della fanciulla pura, 1566-67]

Lascia un commento

 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: