botola_SEX_AND_THE_SELFIES_FILOSOFIGA

EP. 21: L’INFERNO DANTESCO DEGLI EX, OVVERO COME SBARAZZARSI DEGLI UOMINI NON DESIDERATI COLLOCANDOLI NEL GIRONE GIUSTO

Quattro coinquiline single, molto diverse per gusti e natura, si accingono a gettarsi nel trambusto della notte estiva ricolma di odore di uomini. C’è giusto il tempo di un ultimo bicchiere di vino, tra un mascara e una risata… per fare il punto della situazione.

Alma, ultima arrivata nella casa, si piastra i lunghi capelli biondi e si divide le ciglia con lo spillo. Ha lasciato Simone dopo una storia trascinata e ridotta a brandelli. Adesso è pronta per stare da sola, dice. Sta uscendo da un coma esistenziale e deve trovare se stessa. Sotto quella patina da ragazza della porta accanto, c’ha il fuoco che brucia. Lui, come ultima spiaggia, le ha chiesto di sposarlo. Purtroppo, non esistono più gli anelli di una volta… E i loro incontri si limitano a sporadiche scopate alcoliche, dimenticate il giorno dopo.

Frida, la sofisticata e ironica amica di sempre, si inspessisce di rosso opaco le labbra sottili. Dopo un periodo di magra di uomini, si è trovata un posto davvero carino dove sbattere le sue chiappe ossute, nel letto del vicino di casa bonissimo, che finalmente si è palesato. Non abbiamo ancora capito se quella bionda avvizzita con cui lui si accompagna sia la fidanzata, la moglie, o l’amante. Frida dice che è sua madre, e quando la incontra sul pianerottolo la chiama Signora. Nonostante l’evidente presa per il culo, riescono entrambe a rimanere serie e a mantenere un buon rapporto di vicinato.

Milady, forte e saggia, lavora tantissimo e si allena di più. Ha poco tempo per qualsiasi cosa – figuriamoci per quegli inutili uomini! – ma ne trova sempre un po’ per prepararci cassette di cibo sano che ci portiamo a lavoro durante tutta la settimana. Esce ogni tanto con un tipo un po’ insulso che sta per essere bellamente scaricato (o botolato come diciamo noi) perché, appunto, è una perdita totale di tempo: la scopa poco, la scopa male, la scopa senza appenderla al muro… e la annoia con discorsi triti e ritriti. Il poveretto ha i giorni contati.

E poi ci sono io, Maddalena, la migliore amica di tutte, l’aria da bambina birichina, milioni di cappelli stravaganti e altrettanti uomini che dormono sempre nelle stesse lenzuola. Quest’anno sono stata incredibilmente felice con le mie coinquiline, ho scopato molto, ho bevuto troppo (devo darmi una regolata) e mi sono divertita a botolare tutti quelli che credevano di avermi in pugno o di farmi fessa. Mi sono anche strapazzata parecchio con la storia di Dorian, ma sempre meglio che morire di noia.

Dopo un anno vissuto insieme, è giunto il momento per noi Selfies di analizzare l’inferno dantesco degli EX e, dopo, di prenderci una meritata vacanza.

I nostri gironi danteschi hanno una topografia variegata: l’inferno è costituito dalla botola, il purgatorio dall’ammuffitoio e il paradiso dal pratino della felicità, dove, per adesso, non scorrazza felicemente proprio nessuno (anche se il vicino di casa promette bene). Esiste anche il cielo delle stelle fisse, con il museo delle cere degli Ex che son diventati feticci innocui. Imbalsamati o tenuti sotto sale, con loro si può avere un rapporto di amicizia quasi normale, perché ormai è passato talmente tanto tempo che nessuno ha più memoria dei loro genitali.

LA BOTOLA è quel formidabile meccanismo da noi inventato, per cui un uomo cade nella trappola e non si rivede mai più. Basta tirare la leva della botola… e voilà! Il gentile signore si fa un bel volo di sotto. Prego, Messere, può accomodarsi alla sua destra. Attenda il suo turno. Ora si diriga a passo lento ma inesorabile verso quel quadrato che vede sul pavimento. Ancora un po’ più là, così, bravissimo. Ecco, stia fermo… Clunk!

botola_SEX_AND_THE_SELFIES_FILOSOFIGA

I coccodrilli se ne mangiano alcuni, le sabbie mobili fanno il resto, e non ci si pensa più. Frida dice che in fondo alla sua botola ci sono i piranha, capaci di far fuori un uomo in 5 minuti. Milady non fa uso improprio degli animali, quindi la sua botola è un buco nero che tutto inghiotte e vanifica. Alma… Alma ha passato metà della sua vita con uomini pieni di Pitbull. Perciò, nella sua botola, i cani ti strappano via la faccia. Il mio coccodrillo, invece, permette la somministrazione di una morte violenta, seguita da una digestione lenta e pesante. Il meglio, insomma. Sicuro è che nessuno ha mai fatto ritorno.

Sulle lugubri sponde della palude del mio inferno degli Ex crescono spontaneamente le lapidi dei botolati. Io ci aggiungo, per vezzo, un breve epitaffio con le cause di decesso, che possono essere tra le più svariate, ma che sicuramente vogliono dire che hai proprio esagerato. Se esageri per stronzaggine, rottura eccessiva di palle (come limitare la mia libertà individuale) o il peggio del peggio, LA NOIA, vieni botolato.

Gli epitaffi di Gabriele e Dorian sono tra i miei componimenti più riusciti. Sono ben note le gocce che hanno fatto scattare le leve. Se no, fatevi un giro sul TAG DORIAN e divertitevi.

A onore del vero, devo dire che Frida ha ragione a sostenere che Dorian non possa definirsi un botolato, benché fornito di tomba ed epitaffio. Sono io ad essere stata botolata, ammettiamolo. Come si sta in fondo alla botola di Dorian? Mah… non tanto bene. Ci sono strane vampate di succhi gastrici che mi stanno avvelenando pian piano. Alma dice che nel retrobottega delle botole degli uomini c’è sempre una scaletta per tornare in superficie, bisogna solo trovarla. Io qui non ci vedo proprio nessun’uscita di emergenza.

Poi ci sono casi in cui il meccanismo della botola viene azionato automaticamente. Questi possono anche essere catalogati nel girone degli “autobotolamenti”. Gli autobotolati sono coloro che tirano la leva da soli, di loro spontanea volontà o per sbaglio, e si autoeliminano dalla tua lista dei desideri. Questo può accadere perché attentano di proposito alla tua intelligenza e al tuo buon gusto, facendosi saltare in aria. Oppure può succedere che inciampino fatalmente nella leva, finendo giù nel buco, mentre stanno maldestramente andando in giro per i corridoi, proprio dove gli avevi detto di non metter piede.

Uno degli autobotolati è Mr. Lax di Milady, che ci ha fatto venire il latte alle ginocchia a tutte. Proprio adesso, dopo giorni che non si sentono, le ha scritto un messaggio che inizia con “Ciao Bomber” e che finisce con “mi son fatto male a un piede, speriamo non vada in cancrena”. Vi renderete conto anche voi come questo sia praticamente un autobotolamento perché, innanzitutto, Milady non gradisce essere chiamata con questi epiteti volgari, è evidente; in secondo luogo, non credo si possa ritenere Milady la podologa personale di Vax, no? Infine, mi sembra facile comprendere in che situazione difficile si troverebbe la mia amica, se dovesse avere un qualsiasi ulteriore rapporto sessuale con Vax che implichi la visione dei suoi piedi.

Gli ha quindi risposto un chiaro messaggio da botola, che non lascia scampo e che, soprattutto, non dà spazio a fraintendimenti. Perché, quando uno viene botolato, se ne accorge. Caro Lax-lassativo, io ti avevo avvertito che non dovevi scherzare col fuoco.

Un altro motivo più che valido per finire in fondo alla botola è “il mancato adempimento dei propri doveri coniugali, in modo ripetuto e insistente” come ha detto Milady a proposito dell’ex tipo di Alma. Lei, però, non si è ancora del tutto convinta, e ha inconsciamente sabotato il meccanismo della leva. Così, Simone è ancora qua che gironzola a piede libero in sala d’aspetto. Nel frattempo, già che c’è, rompe un po’ le palle. Doppia leva per lui.

Dovrebbe, infatti, in questi casi, scattare la leva della botola ausiliaria, quella che le amiche ti hanno costruito apposta per le emergenze. Purtroppo, però, il comportamento di Alma (che se ne piomba sbronza a casa di Simone facendo pena pietà e misericordia) ci ha impedito di addossargli tutte le colpe.

Infine, se rifiuti il meraviglioso dono della fica di Frida, come ha fatto Ben, in circostanze del tutto prive di motivazioni plausibili, allora scatta la botola immediata.

Nell’AMMUFFITOIO, invece, ci sbatti tutti quelli di cui non vuoi occuparti e che non hanno fatto niente per meritarsi la botola. Li lasci lì, tranquilli, ad ammuffire per un po’ nella mangiatoia dei porci, in attesa di ulteriore giudizio. Tanto loro non se ne accorgono: non vedono, non sentono, e la maggior parte delle volte non si rendono nemmeno conto della muffa che gli cresce tutt’attorno.

AMMUFFITOIO_SEX_AND_THE_SELFIES_FILOSOFIGA

Prendiamo il caso di Ben. Non hai voglia di scaricarlo direttamente perché potrebbe ancora servirti… per esempio, per mancanza di alternative, ecco. Quindi, rispondi laconicamente alle sue richieste di vedervi, dici che sei molto impegnata, che ti spiace tanto, che si farà un’altra volta, non appena avrai un periodo meno impegnativo… Cose così. Poi, al massimo, può essere tirato fuori dall’ammuffitoio e messo a pascolare nel pratino della felicità, per vedere come va.

Ogni tanto, qualcuno avrà l’ardire di guardarsi intorno e si ritroverà coperto di muschio. A quel punto, i più svegli capiranno di essere stati messi nell’ammuffitoio e si autobotoleranno per rassegnazione. Altri, invece, quelli che rimangono lì per molti mesi, si autodigeriscono o si trasformano in porcelli.

Milady, che raramente tiene qualcuno ad ammuffire, ha un ammuffitoio molto bellino che assomiglia allo scantinato buio e umido dove si tengono i pomodori e i prosciutti appesi. Il povero malcapitato crede di esser stato invitato a un gran galà… e si aspetta di veder Milady scendere dallo scalone d’ingresso tutta ingioiellata e pronta per una seratina al lume di candela. Costui si siede comodamente su una botte della cantina a degustare un bicchiere di vino nell’attesa… e rimane lì in eterno.

Capita, di tanto in tanto, che qualcuno muoia di freddo.

 

Non conosci i personaggi, né l’inizio della storia?

Fai la conoscenza di MADDALENA, la nostra sexy Cappellaia matta, e delle sue coinquiline nel PRIMO EPISODIO della serie a puntate SEX AND THE SELFIES. Per sapere tutti i segreti di Maddalena, di Dorian, delle Selfies e di tutti i loro amici e amanti, segui la serie a puntate SEX AND THE SELFIESOGNI GIOVEDÌ su Filosofiga.

Se vuoi conoscere la storia tra Mad e Dorian, inizia dal primo incontro.

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

Tutti gli Episodi di Sex & The Selfies
 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: