DELL’AMORE INTERRAZIALE OVVERO COME FARSI SCOPARE DA UN TORO

Conoscete il mito di Pasifae? Lei s’innamora di un toro e trova un abile stratagemma per farsi ingravidare. Chi nacque da questa unione? Il famoso Minotauro. E chi è Pasifae? Niente di meno che quella vacca della sorella di Circe, la strega porca che trasformò gli amici di Ulisse in porci. Grande famiglia animalista, la loro. I greci non si turbavano affatto ad ammettere che si potesse desiderare la congiunzione carnale coi nostri amici animali. Almeno, non erano ipocriti. Se non che, il comprensivo marito di Pasifae, Minosse, re di Creta, fece poi rinchiudere quel bastardo del Minotauro nel labirinto. (Evidentemente non aveva preso troppo bene la notizia che sua moglie avesse preferito un toro a lui…)

Nel più cupo e più fresco delle boscose valli dell’Ida viveva, gloria dell’armento, un toro senz’altra macchia che un punto nero in un abbagliante, morbida bianchezza. Nei pascoli intorno tutte le giovenche desideravano sentirselo sopra, e una donna, Pasife, morendo della stessa voglia, gelosa, le odiava, e avrebbe voluto avere le loro stesse corna, i loro grandi fianchi, i loro umidi occhi sporgenti, muggire invece che parlare.

Non conto storie. Cose vere che neppure Creta e le sue cento bugiarde potrebbero negare.

Imbestiata com’era, Pasife tagliava per lui le fronde più tenere e gliele porgeva con mano tremante. S’intruppava anche lei nella mandria per prenderne l’odore, s’era dimenticata di suo marito, tutti i suoi pensieri, tutti i suoi palpiti erano per il toro, era per lui, nella pazzia che l’aveva presa, che si vestiva elegante, s’imbellettava, si lisciava i capelli, chiedeva allo specchio: «Gli piacerò?», e lo specchio: «No», rispondeva «non hai corna, non hai muso, non hai pelo, se non ami più tuo marito tradiscilo con un altro uomo».

E lei sempre dietro, per boschi e prati, mugolando come una baccante ubriaca, lo vedeva soddisfare le vacche e si vendicava scannandole sull’altare, tuffando le mani nelle loro viscere fumanti. […]

Finalmente un giorno, ingannato dalla mucca di legno nella quale, più non resistendo, Pasife era entrata, il toro la fecondò, e la loro unione venne denunciata al mondo dalla nascita del Minotauro.

Ovidio, Ars Amandi

 

[Immagine di copertina: Gareth Schweitzer, Pasiphae]

Scopri di più sull’insaziabilità femminile.

Il blog Filosofiga

Affina la tua eccitazione colta nella sezione ECCITAZIONI COLTE di Filosofiga. Qui potrai trovare sonetti erotici, brani che ti faranno sorridere e riflettere, e molti altri spunti per le fantasie da condividere a letto col partner, prima di buttarti nell’Amore sfrenato. Per esempio, LEGGI la poesia di Pietro Aretino e scopri quanto possa essere piccante il Kamasutra del ‘500, o leggi il RESOCONTO DEL SALTO DELLA QUAGLIA.

Oppure, fai come Maddalena, che usa i libri per trastullarsi un po’ in solitudine… L’immaginazione è spesso più eccitante delle immagini stesse! Questo brano di Ovidio ti piacerà.

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

  • Le sex stories a puntate delle nostre quattro disinibite coinquiline in SEX AND THE SELFIES;
  • I consigli pratici, i trucchi del mestiere, le opinioni degli esperti in SEXPERT. Qui troverai il meglio da sperimentare per la tua vita sessuale e le ultime novità dal mondo dell’erotismo. E molto altro…

1 Commento

  • G

    4 gennaio 2017 at 17:26

    Chissà cosa direbbe Borges, probabilmente nulla, troppo intellettuale. A me invece verrebbe da dire che tutta ‘sta cavolo di storia si basa sul banale desiderio di possesso (possesso di uno che ti possegga, ma sempre possesso). Pasifae non è affascinante, Circe al contrario era la gran donna di famiglia e che donna.

 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: