Erste Privat-Badinage der Jungfrauen vom Bayrischen Platz in 12 Exemplaren

SE UNA DONNA VA A LETTO CON UN’ALTRA DONNA È CONSIDERATO UN TRADIMENTO MENO GRAVE CHE SE ANDASSE CON UN UOMO?

C’era un mio amico che aveva una ragazza. Questa ragazza, durante una festa, si appartò in una stanza con una sua amica. Voleva scambiarsi effusioni d’amore senza che il suo ragazzo lo sapesse, temendo una scenata di gelosia. Il mio amico, però, avvertito da rumori provenienti dalla suddetta stanza, la scoprì e si arrabbiò molto. Non perché lei lo avesse tradito, ma per non averlo messo al corrente dell’evento. Avrebbe voluto perlomeno assistere, non dico partecipare attivamente. La ragazza andò su tutte le furie a sua volta. Anche lei, non per gelosia o competizione, ma perché ritenne assurdo che il suo ragazzo non si arrabbiasse per il tradimento. Lo ritenne un atto di menefreghismo.

Eppure, come ci spiega Brantôme, esiste un grande divario tra versare l’acqua in un vaso o annaffiarne solo gli orli. Evidentemente, senza un “pene penetrante”, un uomo pensa che il vaso possa essere al massimo annaffiato sui bordi… Non è vero? Cara ragazza, lasciaglielo credere: non si riterrà cornuto e gli altri non rideranno di lui, anzi, lo invidieranno. Ma attenta alle stanze che scegliete tu e la tua gentile amante…

Racconterò di due dame di corte che si volevano un tale bene e tanto calore mettevano nei loro amori che, in qualunque luogo si trovassero, non potevano fare a meno di scambiarsi, se non altro, bacetti e occhiatine mielose. Ciò produceva grandi mormorii e impensieriva molto gli uomini.

Una di queste era vedova e l’altra maritata. Ora, poiché quest’ultima, un giorno di gran gala, s’era abbigliata con uno splendido abito di tela d’argento, intanto che la regina s’era recata ai vespri, entrarono ambedue nel suo gabinetto e, sulla sedia forata* incominciarono a fare la loro fricarella* con tale ardore e con tanto impeto che il sedile si ruppe; quindi, la dama maritata che stava sotto l’altra, cadde all’indietro e rotolò col suo magnifico abito di tela d’argento nella bacinella delle cacate; ove s’impiastricciò di tanto sterco che non poté fare altro che asciugarsi alla meglio, tirarsi su le gonne e scappare in fretta nella sua camera a cambiarsi. Tale fuga non si effettuò senza che la dama venisse scorta e fiutata al passaggio, perché spargeva un orribile fetore. Taluni che vennero a conoscenza del fatto, ne fecero un gran ridere; e anche la regina ne rise a crepapelle.

Ma è da credere che queste due dame fossero ben spinte dal desiderio, per non potere aspettare un momento e un luogo più propizii, ma rischiare lo scandalo, come fecero. Tutt’al più sarebbero da giustificare le fanciulle e le vedove che amano questi piaceri frivoli e fallaci, e preferiscono dedicarsi a questi per sfogare i loro ardori, piuttosto che accompagnarsi cogli uomini e farsi ingravidare e disonorare, e perdere il proprio fiore, come molte hanno fatto e continuano a fare; elle son persuase altresì di offendere meno Iddio in tal modo, e di essere meno puttane che quando si congiungono coi maschi: e senza dubbio corre alquanta diversità tra l’azione di versare acqua in un vaso e quella di annaffiarne soltanto gli orli.

Non sono né loro censore né loro marito; essi possono disapprovare, benché non mi sia mai accaduto di incontrare mariti i quali non fossero contentoni che le loro mogli s’innamorassero delle loro compagne, e desiderosi ch’ella non fossero giammai adultere in altro modo; e in verità, simili pratiche sono di molto differenti da quelle usate con gli uomini e checché ne dica Marziale, un marito non è da ritenersi cornuto per tale causa. Epperó, come dice Luciano, tanto è bello per una donna essere virile e vera amazzone e dedita a simili lubricità*, quanto è brutto per un uomo essere effeminato: perché, quanto più si approssima al maschio, tanto più ella è piena di coraggio.

Pierre de Bourdeille, signore di Brantôme, Le dame galanti.

 

Abbiamo ritenuto necessario spiegare il significato di alcune parole riguardanti la sfera sessuale, solo perché desuete, dialettali o gergali. Sappiamo benissimo che tali pratiche sono di uso comune. Non vorremmo mai che i nostri esperti lettori si sentano insultati a causa di questa breve legenda.

*Sedia forata: è l’antico gabinetto formato da una sedia bucata e sotto una bacinella.

*Fricarella: gli amori saffici (tra donne) si compiono in tre modi: la fricarella (strusciamento tra le due parti genitali), il cunnilingus (leccata), oppure per mezzo di godemiché (oggetti da introdurre).

*Lubricità: indecenza, oscenità.

Il blog Filosofiga

Affina la tua eccitazione colta nella sezione ECCITAZIONI COLTE di Filosofiga. Qui potrai trovare sonetti erotici, brani che ti faranno sorridere e riflettere… E molti altri spunti per le fantasie da condividere a letto col partner, prima di buttarti nell’Amore sfrenato. Per esempio, LEGGI la poesia di Pietro Aretino e scopri quanto possa essere piccante il Kamasutra del ‘500, o leggi il RESOCONTO DEL SALTO DELLA QUAGLIA.

Oppure, fai come Maddalena, che usa i libri per trastullarsi un po’ in solitudine… L’immaginazione è spesso più eccitante delle immagini stesse! Questo brano di Ovidio ti piacerà.

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

  • Le sex stories a puntate delle nostre quattro disinibite coinquiline in SEX AND THE SELFIES;
  • I consigli pratici, i trucchi del mestiere, le opinioni degli esperti in SEXPERT. Qui troverai il meglio da sperimentare per la tua vita sessuale e le ultime novità dal mondo dell’erotismo. E molto altro…
 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: