avril-sonetti-lussuriosi-6

Il Dirty Talking del Cinquecento: cambiano i tempi, ma le porcate da dirsi non cambiano mai

Pietro Aretino, scrittore satirico e irriverente, nel 1525 compone una serie di sonetti erotici per commentare 16 tavole illustrate dal famoso pittore Giulio Romano, ognuna raffigurante una posizione amatoria diversa: un vero e proprio Kamasutra del Rinascimento, con tanto di immagini e di spiegazioni!

In questa poesia, lei fa finta di scandalizzarsi perché lui ce l’ha già in tiro e la vuole solo scopare… è evidentemente una donna un po’ più ritrosa e puritana rispetto a quelle degli altri sonetti, perché non gli dà il culo. Però glielo promette… e anche pulito! Che non è poco. Così, lui, per incitarla e attizzarla, la chiama con il nome di due note cortigiane, Lorenzina e Ciabattina, nella speranza che le imiti nel futuro…

 

«Dammi la lingua, e apponta i piedi al muro,
stringe le coscie e tiemmi stretto stretto;
Lasciatev’ir a riverso su ‘l letto,
che d’altro che di fotter non mi curo»;

«Ahi, traditor, tu hai che cazzo duro»,
«O come su la potta ci confetto»;
«Un dì tòrmelo in culo ti prometto,
e di farlo uscir netto t’assicuro»;

«Io vi ringrazio, cara Lorenzina:
mi sforzerò servirvi; ma spingete
spingete, come fa la Ciabattina.

Io farò adesso, e voi quando farete?»,
«Adesso; dammi tutta la lenguina,
ch’io moro»; «E io, e voi cagion ne sète.

Adunque, compirete?»;
«Adesso, adesso faccio, signor mio;
adesso ho fatto»; «E io», «Ahimé», «O dio».

Pietro Aretino, sonetti sopra i “XVI modi”

 

PARAFRASI

«Dammi la lingua, e appoggia i piedi al muro,
stringi le cosce e tienimi stretto stretto;
Lasciatevi mettere distesa sul letto,
che non m’importa di niente se non di scopare»;

«Ahi, traditore, hai il cazzo duro!»,
«O come mi c’inzucchero sulla tua figa
«Ti prometto di prendermelo nel culo un giorno,
e ti assicuro di farcelo uscire pulito»;

«Io vi ringrazio, cara Lorenzina:
mi sforzerò di servirvi; ma voi spingete
spingete, come fa Ciabattina.

Io raggiungerò l’orgasmo adesso, e voi quando lo raggiungerete?»,
«Adesso; dammi tutta la lingua,
che io godo»; «Anche io, e voi ne siete la ragione.

Dunque, state venendo
«Adesso, adesso vengo, signore mio;
sto venendo»; «Anch’io», «Ahimé», «Oddio».

 

[Per l’orgasmo, come noi diciamo “venire”, loro dicevano “fare”; inoltre, al posto di godere, spesso si trova il termine morire, come nella petite mort francese]

[Immagine di copertina: Maximilian de Waldeck, Disegno per Sonetti Lussuriosi]

 

Leggi un altro sonetto di Pietro Aretino e scopri quanto possa essere piccante il Kamasutra del ‘500! Oppure vai sul TAG: ANAL, per scoprire tutti i segreti del cosiddetto VASO DI CULAGNA.

 

Il blog Filosofiga

Affina la tua eccitazione colta nella sezione ECCITAZIONI COLTE di Filosofiga. Qui potrai trovare sonetti erotici, brani che ti faranno sorridere e riflettere, e molti altri spunti per le fantasie da condividere a letto col partner, prima di buttarti nell’Amore sfrenato. Per esempio, leggi il RESOCONTO DEL SALTO DELLA QUAGLIA.

Oppure, fai come Maddalena, che usa i libri per trastullarsi un po’ in solitudine… L’immaginazione è spesso più eccitante delle immagini stesse! Questo brano di Ovidio ti piacerà.

Scopri le altre due sezioni di Filosofiga:

  • Le sex stories a puntate delle nostre quattro disinibite coinquiline in SEX AND THE SELFIES;
  • I consigli pratici, i trucchi del mestiere, le opinioni degli esperti in SEXPERT. Qui troverai il meglio da sperimentare per la tua vita sessuale e le ultime novità dal mondo dell’erotismo. E molto altro…

Lascia un commento

 

Attenzione! Questo sito è riservato esclusivamente a un pubblico adulto. E’ severamente vietato l’accesso ai minori di 18 anni. Le pagine a cui avrai accesso presentano contenuti e immagini riservati a un pubblico adulto, con riferimenti di carattere erotico. Se per motivi religiosi, morali, personali, etici o altre ragioni, ritieni offensivo  il contenuto sopra delineato, clicca subito il pulsante ESCI. Cliccando invece sul pulsante Accetto, dichiari di essere maggiorenne, che la legislazione del paese da cui stai accedendo ti consente la visione di immagini e testi a contenuto erotico e sessuale, di essere consapevole dei contenuti trattati non ritenendoli offensivi, di non portare in alcun modo a conoscenza di minori tale contenuto e di sollevare da qualsiasi responsabilità Cimi S.r.l. e il sito in oggetto, avendo accettato tutte queste condizioni e informazioni. Cimi S.r.l. e Filosofiga non saranno ritenute responsabili di eventuali conseguenze legali legate all’accesso fraudolento o all’uso fraudolento di questo sito web.

error: